Contenuto principale

FAQ - Häufige Fragen

Ricerca

Lista delle domande e risposte frequenti
  Domande e risposte

Per aprire i documenti PDF contenuti in questa pagina occorre installare un lettore PDF.
Se non ne hai già installato uno nel tuo sistema, puoi scaricare:
Lettori PDF liberi
un lettore PDF libero
Adobe© Reader©
il programma Adobe© Reader©


[Ammissibilità alla spesa]
Le spese di viaggio e soggiorno di soggetti inseriti nella struttura organizzativa del partner di progetto sono ammissibili?
Le spese di viaggio e soggiorno di soggetti inseriti nella struttura organizzativa del partner di progetto (a titolo esemplificativo: direttore, sindaco, capo reparto e simili), che partecipano p.e. a convegni, eventi, riunioni o incontri e dei quali non vengono rendicontate le spese di personale attraverso il progetto, sono ammissibili qualora riferite direttamente al progetto, necessarie e rilevanti per il progetto e qualora venga attestata la partecipazione.
Data: 9.4.2018

[Ammissibilità alla spesa]
Cosa si intende per „partecipazione di terzi“ a manifestazioni con servizio di catering?
Secondo le “Norme specifiche del Programma di ammissibilità della spesa” (vedi punto 3.4) le spese per il servizio di catering in occasione di manifestazioni sono ammissibili, a condizione che vi sia la partecipazione di terzi. Per “partecipazione di terzi” si intende la partecipazione di soggetti che non sono direttamente coinvolti nel progetto. Si qualificano soggetti direttamente coinvolti nel progetto ad. es. partner di progetto, partner associati o soggetti che sono legati al progetto mediante un rapporto contrattuale. 
 
Invece nelle riunioni “interne” tra partner di progetto i costi (spese di viaggio e soggiorno) dei singoli collaboratori dei partner di progetto possono essere rendicontate nella categoria “spese di viaggio e soggiorno”, se vengono sostenute spese di viaggio in conformità alle prescrizioni interne. Le spese di viaggio e soggiorno di collaboratori di eventuali “partner di progetto associati” possono essere rimborsati nei limiti del proprio budget del partner di progetto beneficiario (vedi punto 3.3 delle “Norme specifiche del Programma di ammissibilità della spesa). 
Data: 9.4.2018

[Ammissibilità alla spesa]
Quali modifiche di progetto devono essere formalmente richieste e approvate dall’Autorità di gestione?

Secondo l’art. 5 (2) del contratto di finanziamento – Interreg si ha la possibilità di spostare l’ammontare delle risorse destinate alle categorie di spesa non superando la soglia del 20% dell’ammontare previsto oppure fino a un massimo di 10.000€. In questo caso non si necessita di un’approvazione formale da parte dell’AdG. Per agevolare il processo di rendicontazione, tali spostamenti devono essere comunicati inserendoli direttamente nel sistema coheMON. Le variazioni entrano subito in vigore e le corrispondenti spese possono essere rendicontate. Spostamenti di risorse superiori invece alla percentuale massima del 20% e contemporaneamente alla somma di 10.000€ devono essere richiesti tramite il sistema coheMON ed è necessaria la espressa approvazione da parte dell’AdG, di norma coinvolgendo le Unità di coordinamento regionale (UCR) (art. 5 (3) contratto di finanziamento Interreg).
NB: L’obbligo di approvazione da parte dell’AdG non significa che le spese possono essere effettuate solo dopo l’approvazione formale della richiesta di variazione. A proprio rischio si possono effettuare le spese anche prima dell’approvazione formale. Il riconoscimento delle suddette spese avviene tuttavia solo dopo l'approvazione da parte dell’AdG.
Se il beneficiario ha dei dubbi sull’approvazione da parte dell’AdG a causa della portata delle modifiche in termini di contenuto o di importo, è consigliabile attendere l’approvazione formale prima di attuare le attività per cui viene chiesta la variazione.

Di norma, questi spostamenti di risorse non avranno alcun effetto sull’attuazione delle attività del progetto come descritto nella proposta progettuale (art. 5 (3) Contratto di finanziamento Interreg).

La procedura sopra descritta si applica analogamente anche alle variazioni dei contenuti “sostanziali” del progetto, con o senza collegati spostamenti di risorse.Queste modifiche “sostanziali” (si intendono esclusi meri dettagli di attuazione che non hanno alcun impatto sugli obiettivi o sui risultati del progetto) devono essere richieste tramite coheMON e possono essere eseguite a proprio rischio. Le spese relative alle modifiche richieste non possono essere riconosciute da parte dei Controllori (FLC) fino a quando non sono state formalmente approvate da parte dell’AdG.
Lo spostamento di fondi solo tra WP, senza che ciò comporti spostamenti tra categorie di costo e/o cambiamenti contenutistici sostanziali, non deve essere inserito nel sistema coheMON. Ciò non compromette il processo di rendicontazione.

Questo approccio per gestire le variazioni di progetto intende, ai fini della collaborazione partenariale tra le autorità del programma e i beneficiari, sia favorire l'attuazione tempestiva dei progetti e prevenire ritardi nel caso di modifiche insignificanti nelle more tra la richiesta e l'approvazione formale, sia preservare alle autorità del programma la possibilità di opporsi in caso di cambiamenti sostanziali del progetto.

Data: 16.1.2018

[Ammissibilità alla spesa]
Quando devono essere pagate le spese di preparazione?
Ai sensi delle “Norme specifiche del Programma di ammissibilità della spesa”, paragrafo 2.3, le spese di preparazione sono ammissibili nel periodo di tempo intercorrente tra la pubblicazione dell’avviso e la presentazione della proposta progettuale. 
Trattandosi di un arco temporale ridotto e procedure di pagamento spesso complesse, potrebbe essere difficile concludere tutti i passaggi necessari – dall’affidamento alla prestazione del servizio e fatturazione e pagamento entro il termine previsto per la presentazione delle proposte progettuali.
Pertanto - nel caso di approvazione del progetto - vengono considerate ammissibili le spese di preparazione che sono state almeno compiute (fornitura dei servizi) nel periodo tra l’apertura del bando e la presentazione del progetto. La fatturazione e pagamento della prestazione/fattura possono avvenire anche in un secondo momento.
Data: 6.11.2017

[Ammissibilità alla spesa]
In quali casi non è necessario richiedere all’Autorità di gestione l'approvazione dei "costi fuori area di programma"?


Costi per le attività progettuali sostenuti al di fuori dell'area del programma devono essere indicati nella proposta progettuale approvata o essere esplicitamente approvati dall'Autorità di Gestione (cfr. Norme specifiche del programma di ammissibilità della spesa, punto 2.2 B). Tali costi al di fuori dell'area del programma sono da considerarsi approvati tacitamente dall'Autorità di Gestione, se sono soddisfatti almeno due dei seguenti elementi:

  • Prossimità con l’area di programma (fino a 15 km)
  • Voce di costo minima (meno di 1.000,00 €)
  • Le attività progettuali si sviluppano presso il sito del progetto di un partner di progetto al di fuori dell'area del programma (eventi, convegni, riunioni, incontri, ecc.)

I costi fuori area programma, approvati in questo modo semplificato, sono in ogni caso da inserire nel sistema di monitoring del programma e comunque da indicare nella rendicontazione da parte del beneficiario.

Per la definizione dei costi fuori dell'area di programma consultare la FAQ corrispondente alla pagina www.interreg.net/faqQuali spese di viaggio e soggiorno si considerano sostenute al di fuori dell’area di programma”?

Data: 30.8.2017

[Ammissibilità alla spesa]
In quali casi le spese di viaggio e soggiorno si considerano sostenute “al di fuori dell’area di programma”?
Per personale di beneficiari con sede nell’area di programma le spese di viaggio da e per il luogo di svolgimento di un evento al di fuori dell'area di programma non si considerano sostenute “fuori area di programma” ai sensi dell’art. 20 par. 2 Regolamento (UE) n. 1299/2013 (vedi art. 5 par. 8 Reg.del. 481/2014). Relativamente a tale personale si considerano “spese fuori area di programma” unicamente le spese di vitto e soggiorno nonché eventuali spese per trasporto locale sostenute fuori area, purché non coperte da indennità giornaliere.  
Per quanto riguarda il personale di beneficiari con sede al di fuori dell'area di programma le spese di viaggio e soggiorno vanno considerate sempre come “spese fuori area di programma” ai sensi dell'art. 20 par. 2 Regolamento (UE) n. 1299/2013, sia quando l’evento si svolge al di fuori dell’area di programma, sia quando ha luogo all’interno dell’area di programma (vedi art. 5 par. 7 Reg.del. 481/2014).
Data: 8.5.2017

[CLLD]
La valutazione intermedia della strategia CLLD ha un impatto del periodo di finanziamento del progetto ombrello "piccoli progetti"?
Il progetto ombrello "piccoli progetti"copre tutta la durata del periodo di programmazione, tuttavia nell’art. 9 del contratto di finanziamento CLLD  è prevista una valutazione intermedia obbligatoria sull’attuazione della strategia CLLD nelle date 30.09.2019 e 30.09.2022. Il periodo di programmazione del progetto ombrello è continuo e non viene interrotta dalla valutazione intermedia. 
I piccoli progetti sono ammissibili nel periodo di programmazione del progetto ombrello.

Data: 21.6.2017

[Ricerca e innovazione]

Mobilità: Sul corridoio autostradale tra la Germania, l'Austria e l'Italia, mance un sistema di fatturazione unificato (e-tolling) per i proprietari di veicoli passeggeri. I problemi sorgono dalla protezione dei dati, la precarietà del lavoro e il carico massima del veicolo di corsie. Con il regolamento (UE) 2016/679 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 27 aprile 2016 (5) sarà possibile un migliorato coordinamento del traffico frontaliero almeno dal punto di vista della privacy. Ora è il momento di consentire sollievo da insediamenti con video tolling, unendo il sistema Telepass per i cittadini UE e/o titolari di carte di credito e un calcolo dei viaggi a sud di Bolzano. Saranno necessarie ulteriori misure tariffarie per creare incentivi adeguati per il futuro trasferimento del traffico merci su rotaia. A questo proposito potrebbe avere senso un'organizzazione di rete transfrontaliera di traffico autostradale.

Se siete interessati a una collaborazione mandate una mail a gs-sc@provincia.bz.it.
Data: 23.6.2017

[Natura e cultura]

We are working on a proposal for promoting accessible tourism in the Alps area. The main objective of the project is to development of cross-border products able to promote a “for all” dimension of the tourism, removing architectural barriers, introducing the ICT and the augmented reality (AR) for the enhancement of the visitors experiencethe accessibility of the tourism sites.

We are looking for partners from the eligible area of Austria.

Se siete interessati a una collaborazione mandate una mail a gs-sc@provincia.bz.it.
Data: 29.5.2017

[Îstituzioni]
Sanitá: creazione di una nuova interfaccia innovativa tra l'assistenza sanitaria, i servizi sociali e cooperative per l'organizzazione municipale di lavoro sociale nelle istituzioni che sono attivi in queste aree. C'è spesso una mancanza di scambio di informazioni. Attraverso una rete e un coordinamento migliore potrebbero ridurre i costi e consentire una maggiore attenzione al campo della prevenzione. L'area di confine tra l'Austria e l'Italia potrebbe essere un leader in questo settore e potrebbe anche fornire uno scambio tra periferica e territori in Europa.
Se siete interessati a una collaborazione mandate una mail a gs-sc@provincia.bz.it.
Data: 23.6.2017
« pagina precedente 1 2 3 4 5 pagina successiva »

(Ultimo aggiornamento: 20/07/2009)